Giurisprudenza sul redditometroLa Commissione Tributaria Regionale della Lombardia ha sancito che la dimostrazione, offerta dal contribuente, circa l'esistenza di una provvista finanziaria pregressa sul conto corrente è sufficiente per "neutralizzare" il redditometro.  Secondo i Giudici, in particolare, il patrimonio finanziario accumulato in passato può ragionevolmente giustificare il tenore di vita del contribuente ed escludere l'esistenza di maggiori redditi non dichiarati. Nel caso di specie, inoltre, l'Amministrazione Finanziaria non aveva fornito dimostrazione circa la notifica del questionario preventivo, legittimando il ricorrente a produrre la documentazione bancaria probatoria in giudizio.

 

 

Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, Sez. 28, sentenza n. 1263 del 08.03.2016