Giurisprudenza sul redditometroLa Corte di Cassazione, confermando una pronuncia della CTR della Liguria, ha sancito che i cavalli da affezione o passeggio non rientrano nell'ambito del calcolo del "vecchio redditometro" (ante modifiche del D.L. 78/2010). Secondo i Giudici di legittimità solo i cavalli da equitazione o da corsa costituiscono indici di capacità contributiva. La decisione si fonda, quindi, su una condivisibile interpretazione della disposizione di legge. Solamente dal possesso di animali da corsa o equitazione, infatti, derivano una serie di spese di particolare rilevanza per cura, addestramento, etc.

 

 

 

 

Corte di Cassazione, ordinanza n. 21335 del 21.10.2015