Giurisprudenza sul redditometroLa Corte di Cassazione ha riconosciuto le ragioni del contribuente affermando che la riduzione del reddito accertato per un periodo d'imposta, al di sotto del 25% rispetto al reddito dichiarato, rende illegittimo anche l'altro periodo d'imposta rettificato. La decisione della Suprema Corte è fondata sulla formulazione dell'art. 38 DPR 600/1973, nella versione applicabile al caso di specie (c.d. "vecchio redditometro"), secondo cui l'utilizzo del redditometro è subordinato alla sussistenza di una scostamento fra reddito sintetico e reddito dichiarato per due o più periodi d'imposta.

 

 

 

Corte di Cassazione, sentenza n. 21995 del 28.10.2015